Barolo Pio Cesare Ingrandisci

Barolo docg Pio Cesare 2008

467

Nuovo prodotto

Regione: Piemonte
Denominazione: Barolo docg
Tipologia di vino: Rosso docg
Vitigno: Nebbiolo 100%
Annata: 2008
Fermentazione: In acciaio a temperatura controllata
Comune di produzione: Serralunga d’Alba, Grinzane Cavour, La Morra, Barolo, Novello
Affinamento: Oltre 3 anni in botti di rovere francese (30% in barriques e 70% in botti grandi)
Gradazione alcolica: 13,5%

10 Articoli

In Stock

By buying this product you can collect up to 4 loyalty points. Your cart will total 4 points that can be converted into a voucher of 0,80 €.


49,00 € tasse incl.

aggiungi alla wishlist

Spedizione gratuita per ordini superiori a 99€

Descrizione

Barolo di stile classico, prodotto sia con uve Nebbiolo provenienti da vigneti di proprietà collocati a Serralunga d’Alba (Ornato), a Grinzane Cavour (Gustava), a La Morra (Roncaglie), a Barolo - Novello (Ravera) che con uve di altri viticoltori, provenienti da Serralunga d’Alba, Castiglione Falletto e Monforte. L’unione di uve provenienti da terroir diversi è un’antica formula di produzione che permette di concentrare in un unico vino le caratteristiche delle migliori zone del Barolo. Dal colore rosso rubino tendente al granato, si presenta al naso con un bouquet ampio e complesso, con aromi floreali di rosa passita, violetta e fruttati di lamponi, frutta rossa matura, ciliegia, chiodi di garofano e liquirizia. Di corpo ed eleganza, buona struttura ed equilibrio, con tannini importanti che lo rendono robusto ed austero, è perfetto da bere in abbinamento con carni rosse in salsa, la tipica “bagna cauda”, preparazione con il famoso Tartufo Bianco d’Alba, formaggi stagionati, arrosti e brasati.

Produttore

Pio Cesare

Dal 1881 la Pio Cesare rappresenta la tradizione in questa parte enologicamente pregiata del Piemonte. È la storia di una famiglia che garantisce lo stile di un Barolo oggi famoso nel mondo, esportato in oltre 40 Paesi, con la medesima etichetta che volle Cesare Pio, il trisnonno fondatore. Ancor oggi si continua a seguire l’interpretazione più classica del Barolo, ovvero impegnare la propria esistenza nel cercar di creare vini che esaltino il territorio.

dallo stesso produttore